Referendum 28 maggio, voto degli elettori all’estero

La legge 6 maggio 2015, n. 52 di riforma del sistema di elezione della Camera dei Deputati ha introdotto modifiche alla disciplina del voto nella circoscrizione Estero per le elezioni politiche e per i referendum di cui articoli 75 e 138 della Costituzione, prevedendo il voto per corrispondenza degli elettori temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche e dei loro familiari conviventi.
Pertanto, in occasione dei referendum popolari, indetti per il giorno 28 maggio 2017, gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi, nonché i familiari con loro conviventi, possono esprimere il voto per corrispondenza.
L’opzione per il voto per corrispondenza deve pervenire al Comune d’iscrizione nelle liste elettorali entro i dieci giorni successivi alla data di pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi elettorali ossia entro il 26 aprile 2017.

Il modello da utilizzare per formulare l’opzione è scaricabile qui modello opzione estero.

Per informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Elettorale del Comune 0735/710934.

Condividi!