Aree Degradate, al via i lavori di riqualificazione del centro urbano di Centobuchi

Partiranno entro il 2019 i lavori di riqualificazione urbanistica, infrastrutturale, dei servizi, ambientale, paesaggistica in alcune aree urbane di Centobuchi, in particolare la SS.4 Salaria nel tratto compreso tra via Fosso Nuovo (ad ovest) e via Gramsci (ad est) percorrendo la direttrice di viale De Gasperi e il quadrilatero compreso tra le vie della Liberazione, Primo Maggio, Gramsci e Salaria.

L’avvio dei lavori è stato comunicato stamattina, giovedì 24 ottobre, in un incontro con la stampa al quale hanno preso parte il sindaco Sergio Loggi,  l'assessore alla viabilità Fernando Gabrielli, l'assessore all’urbanistica Meri Cossignani, l'assessore al patrimonio Christian Ficcadenti, il consigliere alle politiche ambientali Sergio Calvaresi, i rappresentanti della Almacis  di Pescara Luca Marchionne direttore tecnico, Marco Sabatini capo commessa, l’architetto Annalisa Antonucci, l'arch. Marianna Cornacchione, l’arch. Fabio Gaspari coordinatore sicurezza e l’arch. Jlenia Allevi progettista e direttore lavori.

Il progetto: tra politiche sociali e lavori pubblici

“Interventi per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbana degradate”, questo il titolo del progetto redatto dal Comune di Monteprandone, e riguarda lo sviluppo di servizi sociali ed educativi per un importo pari a 290.000 euro e lavori pubblici per un importo pari a 1.710.000 euro.

Si tratta di un investimento di 2.000.000 euro di cui 1.900.000 euro provenienti dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, 75.000 euro da fondi comunali e 15.000 euro da associazioni che hanno collaborato alla redazione del progetto.

Guarda il video di presentazione per conoscere tutti i dettagli.

Dal bando ai lavori: le tappe

Ottobre 2015 - Con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri viene emanato un bando «Piano Nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate».
Novembre 2015 - Il Comune risponde al bando in collaborazione e con il contributo delle associazioni “CentoperCento” e “Enea Onlus”.
Giugno 2017 - Il progetto, redatto dal Comune di Monteprandone, viene ammesso a finanziamento, classificandosi 14esimo su 853 progetti presentati. Solo 451 sono stati ammessi a finanziamento, 46 finanziati dal fondo per l’attuazione del Piano. Nelle Marche solo sei sono i progetti finanziati.
Novembre 2017 - Firma della Convenzione tra Presidenza del Consiglio dei Ministri e Comune beneficiario delle risorse previste dal «Piano Nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate».
Luglio 2018 - Trasmissione della Convenzione al Comune e avvio delle fasi di affidamento dei lavori ai professionisti.
Agosto 2018 - Approvazione progetto definitivo dei lavori da parte della Giunta Comunale.
Ottobre 2018 - Approvazione progetto esecutivo dei lavori da parte della Giunta Comunale.
Marzo 2019 - Indetta gara presso stazione appaltante di Fermo, vinta dall'impresa Almacis di Pescara.
Fine 2019 -Inizio lavori

 

 

 

Condividi!