Assegno di cura per anziani non autosufficienti, domande entro il 31 luglio

Anche quest’anno i Comuni dell’Ambito Sociale Territoriale - ATS n. 21 (San Benedetto del Tronto, Acquaviva Picena, Carassai, Cossignano, Cupra Marittima, Grottammare, Massignano, Monsampolo del Tronto, Montalto delle Marche, Montefiore dell’Aso, Monteprandone, Ripatransone) concedono contributi economici per le famiglie che svolgono assistenza ad anziani non autosufficienti, senza aiuti esterni o con assistente domiciliare privata.

Il contributo è destinato alle persone anziane non autosufficienti che vivono sole o presso un nucleo familiare. L’entità dell’assegno di cura è di € 200 mensili per la durata di un anno.

Le domande dovranno pervenire entro il 31 luglio 2018, anche per coloro che risiedono negli altri comuni dell’Ambito, quindi anche per chi risiede a Monteprandone, in una delle conseguenti modalità:

- consegna diretta allo sportello di Protocollo sito al piano terra del Municipio di San Benedetto del Tronto, viale A. De Gasperi, 124 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.30; i pomeriggi di martedì e giovedì dalle 16 alle 18;
- invio tramite fax al numero 0735794542 unitamente ad una copia del documento di identità di chi sottoscrive;
- invio tramite casella di posta istituzionale (non certificata)denominata comunesbt@comunesbt.it allegando una scansione sia della domanda con firma autografa sia di un documento di identità di chi firma. Le comunicazioni inviate con questo sistema vengono gestite dall'Ufficio Protocollo e quindi assegnate all'ufficio di volta in volta competente.
- invio all'indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) del Comune protocollo@cert-sbt.it allegando una scansione sia della domanda con firma autografa sia di un documento di identità di chi firma. In questo caso l'inoltro del documento ha validità giuridica solo se effettuato a sua volta da un indirizzo di PEC.
-  invio a mezzo raccomandata A/R (in tal caso per la verifica dei termini farà fede il timbro postale dell’Ufficio accettante)

L’ATS 21 predisporrà una graduatoria provvisoria in base ai valori ISEE risultanti dalle domande pervenute. Seguirà una fase di valutazione complessiva del carico assistenziale a cura dell’assistente sociale del Punto Unico di Accesso – P.U.A. previa visita domiciliare. L’assegno sarà erogato previa sottoscrizione di un “patto” di assistenza domiciliare che individuerà i rispettivi impegni tra le parti a garanzia della realizzazione degli interventi assistenziali previsti.

Leggi l'avviso integrale Assegno di cura anziani non autosufficienti 2018.

Scarica il Modello di domanda Assegno di cura anziani non autosufficienti 2018.

Condividi!