Coronavirus: i provvedimenti della Regione Marche

I PROVVEDIMENTI DELLA REGIONE MARCHE

ORDINANZA n. 1 del 25.02.2020 

Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha firmato l'ordinanza n. 1 del 25/02/2020 “Misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”. che dispone misure per limitare la diffusione del contagio da Coronavirus sul territorio della Regione Marche, valide a partire dalle ore 00.00 di mercoledì 26 febbraio 2020 e fino alle ore 24.00 del 4 marzo 2020.

In data 27 febbraio la Regione Marche ha diffuso una ulteriore nota esplicativa con chiarimenti in merito all’ordinanza del Presidente della Giunta regionale n. 1 del 25 febbraio 2020

ORDINANZA n. 2 del 27.02.2020 

A seguito del decreto del Tar Marche con il quale è stata sospesa l'ordinanza n. 1 del 25 febbraio 2020, il Presidente della Regione Marche ha firmato una nuova ordinanza che dispone fino a tutto il 29 febbraio le misure per limitare la diffusione del contagio da Coronavirus.

Ordinanza n. 2 del 27 febbraio 2020 - Misure contenimento emergenza Coronavirus - Avviso di errata corrige: : tutte le date indicate negli elenchi puntati delle premesse sono corrette con l’anno “2020” anziché “2019”.

ORDINANZA n. 3 del 3 marzo 2020 

La Regione Marche, nella tarda serata di martedì 3 marzo, ha diramato una nuova ordinanza in cui dispone misure per limitare la diffusione del contagio da Coronavirus.

Pertanto a partire dalle ore 00 di mercoledì 4 marzo 2020 e fino alle ore 24 dell'8 marzo 2020 sono sospese tutte le manifestazioni pubbliche, di qualsiasi natura; i servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado (sia pubbliche sia private); la sospensione dell’apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura e delle biblioteche.

Di seguito l'ordinanza completa n. 3 del 3 marzo 2020.

ORDINANZA n. 4 del 10 marzo 2020

Come disposto dall'Ordinanza n. 4 del 10 marzo 2020 della Regione Marche, al fine di evitare in maniera più efficace il rischio di contagio per gli utenti e per gli operatori, è obbligatoria, a partire dall’11 marzo e fino al 3 aprile, la sospensione dell'attività del Centro socio-educativo-riabilitativo La Clessidra.

ORDINANZA n. 4 del 10 marzo 2020 e relativa circolare esplicativa

ORDINANZE n. 5 e n. 6 del 10 marzo 2020

Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha emanato nel pomeriggio di martedì 10 marzo, due ordinanze (la numero 5 e la numero 6), per ribadire e specificare con il massimo della chiarezza due importanti misure di contenimento della diffusione del Coronavirus all’interno della regione.

Con l’ordinanza numero 5 si ribadisce che sono consentiti gli spostamenti delle persone motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute, così come previsto dall’art. 1 comma 1 del DPCM 8 marzo 2020.

Ordinanza Regione Marche n. 5 del 10 marzo 2020

L’ordinanza numero 6 specifica che le persone provenienti dalla provincia di Pesaro Urbino che prima dell’emanazione del DPCM 8 marzo 2020 si sono spostate verso le altre province marchigiane hanno l’obbligo di comunicare tale circostanza al proprio medico di medicina generale o all’operatore di sanità pubblica del servizio di sanità pubblica territorialmente competente, di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario per 14 giorni, di osservare il divieto di spostamenti e viaggi, di rimanere raggiungibili per ogni eventuale attività di sorveglianza e, in caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente il medico di medicina generale o l’operatore di sanità pubblica territorialmente competente.

Ordinanza Regione Marche n. 6 del 10 marzo 2020

E' stata pubblicata dalla Regione Marche, mercoledì 11 marzo, la circolare esplicativa riguardante le misure urgenti per il contenimento del contagio da #coronavirus. In relazione ai Dpcm emanati e alle faq del Governo, la circolare in particolare riprende, specificandoli, i punti più rilevanti, tra i quali: spostamenti, salute e rispetto della quarantena, nidi, scuole e università, centri anziani, disabili e centri diurni (anche a seguito delle ordinanze regionali, servizi a persone anziane e fragili, ristoranti, bar, pizzerie, gastronomie e pizzerie da asporto, strutture turistiche e ricettive, centri estetici, parrucchieri e barbieri, chiusura medie e grandi strutture di vendita nei festivi e prefestivi, apertura farmacie, parafarmacie e punti vendita generi alimentari, sospensione delle cerimonie civili e religiose, sospensione palestre, piscine e centri sportivi, sospensione concorsi.

Leggi la Circolare esplicativa della Regione Marche 11 marzo 2020

ORDINANZA n. 7 dell'11 marzo 2020

Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha firmato l’ordinanza numero 7/2020, che fissa il programma di razionalizzazione dei servizi ferroviari, da attuare a partire dalle ore 00.00 del 13 marzo 2020.

Il piano assicura lungo le varie direttrici almeno un treno per ogni ora, per consentire gli spostamenti così come disciplinati e previsti dal Dpcm 9 marzo 2020 ed 11 marzo 2020 (cioè per motivi di lavoro, di salute e per necessità), clicca qui per consultare l'elenco dei treni cancellati.

ORDINANZA n. 8 del 13 marzo 2020

Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha firmato nel pomeriggio di venerdì 13 marzo 2002 l’ordinanza numero 8, per la programmazione dei servizi di Tpl su gomma nel corso dell’emergenza Coronavirus, fornendo l’indicazione ai gestori di elaborare e trasmettere alla Regione un programma di esercizio che, a partire dal 14 marzo 2020, preveda: il mantenimento dei servizi minimi essenziali e utili a soddisfare le esigenze di mobilità delle persone autorizzate agli spostamenti per ragioni di lavoro, salute o necessità inderogabile. Tra i servizi minimi essenziali si ricomprendono quelli per raggiungere le strutture sanitarie, i servizi pubblici e istituzionali essenziali attivi, le strutture di vendita di generi alimentari e di prima necessità, le attività produttive operanti, i nodi di scambio del trasporto regionale.

Leggi l'ordinanza n. 8 del 13 marzo 2020. 

ORDINANZA n. 9 dell'17 marzo 2020

Il presidente della regione Marche Luca Ceriscioli ha firmato l’ordinanza n. 9 riguardante una ulteriore razionalizzazione dei servizi ferroviari ricompresi nel perimetro del contratto di servizio ferroviario della Regione Marche.

A partire dalle h.00:00 del 19 marzo 2020 e sino alle ore 24:00 del 3 aprile 2020, sull’intero territorio regionale saranno assicurati, lungo le varie direttrici, servizi per consentire gli spostamenti così come disciplinati e previsti dai DD.PP.CC.MM. 9 marzo 2020 ed 11 marzo 2020.

Leggi l'ordinanza n. 9 del 17 marzo 2020. 

A questo link l'elenco dei treni assicurati.

ORDINANZA n. 10 del 19 marzo 2020 

Il Presidente della Regione Marche ha firmato una nuova ordinanza con la quale, considerata la situazione di emergenza sanitaria, si stabiliscono ulteriori provvedimenti restrittivi.

Per evitare assembramenti di persone sono chiusi al pubblico spiagge, parchi, parchi gioco e giardini pubblici. L’uso della bicicletta e lo spostamento a piedi sono consentiti esclusivamente per le motivazioni ammesse per gli spostamenti delle persone fisiche (lavoro, ragioni di salute o altre necessità come gli acquisti di generi alimentari). In caso di passeggiata per ragioni di salute o uscita con l’animale di compagnia per le sue esigenze fisiologiche, si è obbligati a restare in prossimità della propria abitazione e l'uscita deve essere svolta individualmente.

L’apertura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande delle aree di servizio e di rifornimento carburante è consentita lungo la rete autostradale e lungo la rete delle strade extraurbane principali; è consentita solo dalle ore 6.00 alle ore 18.00 dal lunedì alla domenica, per gli esercizi che si trovano lungo le strade extraurbane secondarie, esclusivamente per l'accesso e la fruizione da parte degli autotrasportatori di merci; non è consentita nelle aree di servizio e rifornimento che si trovano nei tratti stradali che attraversano centri abitati. L’orario di apertura degli esercizi commerciali di vicinato è consentito dalle ore 8 alle ore 20.

L’ordinanza produce effetti dalle ore 00:00 del 21 marzo 2020 e sino alle ore 24:00 del 3 aprile 2020 e comunque cessa di avere efficacia al sopraggiungere di provvedimenti governativi o ministeriali che dispongano in tal senso.

Leggi l'ordinanza n. 10 del 19 marzo 2020. 

ORDINANZE n. 11 e n. 12 del 20 marzo 2020 

Nuova ordinanza del Presidente della Regione che perfeziona i provvedimenti della precedente ordinanza.

Leggi l'ordinanza n. 11 del 20 marzo 2020.

Ordinanza del Presidente della Regione Marche su ripristino treni da e per San Benedetto e da e per Ancona.

Leggi l'ordinanza n. 12 del 20 marzo 2020. 

ORDINANZA n. 13 del 21 marzo 2020

Ordinanza del Presidente della Regione Marche che dispone la gestione dei rifiuti urbani.

Leggi l'ordinanza n. 13 del 21 marzo 2020. 

ORDINANZA n. 14 del 25 marzo 2020

E’ garantita la mobilità dei volontari operanti presso un Ente del Terzo Settore di cui
al D. Lgs. n. 117/2017; sono legittimati gli spostamenti per le attività ritenute
necessarie nella situazione di emergenza da COVID-19 operando in modalità sicure e
protette rispetto ai rischi di contagio attivo e passivo.

Leggi l'ordinanza n. 14 del 25 marzo 2020. 

ORDINANZA n. 15 del 25 marzo 2020 

E’ consentito a nuclei familiari conviventi che hanno in casa figli o parenti o affini
affetti da disturbo dello spettro autistico certificato dall’autorità sanitaria e dal quale
derivino problematiche comportamentali gravi tali da imporre uscite esterne per il
contenimento degli aspetti auto-aggressivi ed aggressivi, di potersi spostare oltre la
prossimità della propria abitazione nei limiti del territorio comunale di residenza o
domicilio, al solo scopo di consentire la migliore gestione del soggetto con disturbi
autistici.

Leggi l'ordinanza n. 15 del 25 marzo 2020 

ORDINANZA n. 16 del 26 marzo 2020 

E’ consentito a nuclei familiari conviventi che hanno in casa figli o parenti o affini
affetti da patologie certificate dall’autorità sanitaria dalle quali derivino problematiche
comportamentali gravi tali da imporre uscite esterne per il contenimento degli aspetti
auto-aggressivi ed aggressivi, di potersi spostare oltre la prossimità della propria
abitazione anche fuori dei limiti del territorio comunale di residenza o domicilio in caso
di necessità di accesso a luoghi di abituale frequenza da parte del soggetto certificato,
al solo scopo di consentire la migliore gestione del soggetto.

Leggi l'ordinanza 16 del 26 marzo 2020. 

ORDINANZA n. 17 del 1° aprile 2020 

Il Presidente della Regione Marche ha firmato una nuova ordinanza inerenti la gestione di stoccaggio dei rifiuti.

Leggi l'ordinanza n. 17 del 1° aprile 2020. 

ORDINANZA n. 18 del 2 aprile 2020 

Il Presidente della Regione Marche ha firmato una nuova ordinanza inerenti la proroga della circolazione dei treni fino a cessata emergenza.

Leggi l'ordinanza n. 18 del 2 aprile 2020. 

ORDINANZA n. 19 del 3 aprile 2020 

Il Presidente della Regione Marche ha firmato una nuova ordinanza nella quale sospende l'attività dei centri semiresidenziali per anziani e per persone con problemi di salute mentale fino a cessata emergenza.

Leggi l'ordinanza n. 19 del 3 aprile 2020. 

ORDINANZA n. 20 del 3 aprile 2020 

Il Presidente della Regione Marche ha firmato una nuova ordinanza nella quale proroga le disposizioni sulla mobilità dei volontari del terzo settore.

Leggi l'ordinanza n. 20 del 3 aprile 2020.

ORDINANZA n. 21 del 3 aprile 2020 

Il Presidente della Regione Marche ha firmato una nuova ordinanza nella quale proroga le di disposizioni in materia di: chiusura di spiagge, le limitazioni all'attività motoria, l'uso della bicicletta e l'accesso agli esercizi nelle aree di servizio.

Leggi l'ordinanza n. 21 del 3 aprile 2020. 

ORDINANZA n. 22 del 10 aprile 2020

Il Presidente della Regione Marche ha firmato una nuova ordinanza ha disposto la chiusura di tutte le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità dalla piccola alla grande distribuzione per i giorni 12 aprile (Pasqua) e 25 aprile (Festa della Liberazione) e 1 maggio (Festa dei Lavoratori). Possono restare aperte farmacie, parafarmacie, edicole, tabaccai e aree di servizio.

Leggi l'ordinanza n. 22 del 10 aprile 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 99 del 16 aprile 2020

Il decreto contiene gli indirizzi, i chiarimenti e le disposizioni attuative nel territorio della Regione Marche, relativamente alle previsioni del DPCM 10 aprile 2020.

Leggi il Decreto del Presidente n. 99 del 16 aprile 2020. 

Leggi la nota di chiarimento relativa al decreto n. 99 del 16 aprile 2020.

ORDINANZA n. 23 del 24 aprile 2020

L'ordinanza riguarda la questione dei rifiuti provenienti da locali e luoghi adibiti ad uso di civile abitazione in cui dimorino soggetti risultati positivi al tampone per Covid-19

Leggi l'ordinanza n. 23 del 24 aprile 2020. 

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 126 del 26 aprile 2020

Dal 27 aprile 2020 è consentita la vendita di cibo da asporto da parte degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e da parte delle attività anche artigianali come ad esempio rosticcerie, friggitorie, gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio, con esclusione degli esercizi e delle attività localizzati in aree o spazi pubblici in cui è vietato o interdetto l’accesso.

Leggi il Decreto del Presidente n. 126 del 26 aprile 2020. 

ORDINANZA n. 24 del 28 aprile 2020

Dal 29 aprile 2020 l’orario di apertura degli esercizi commerciali di vicinato è consentito dalle ore 8 alle ore 21 e l’attività di asporto di cui al decreto n. 126 del 26 aprile 2020 è consentita dalle ore 7.30 alle ore 22.00. L’ordinanza specifica che l’asporto di bevande è possibile solo insieme con l’asporto di cibo e che il giorno 1 maggio 2020 è consentita l’apertura per l’attività di asporto.

Leggi l'ordinanza n. 24 del 28 aprile 2020. 

ORDINANZA n. 25 del 28 aprile 2020

Stabilisce che i termini per l’esecuzione della manutenzione ordinaria e del controllo dell’efficienza energetica degli impianti termici, in scadenza tra la data del 23 febbraio 2020 e la data del 30 giugno 2020, sono prorogati di 90 giorni. L’attività di ispezione degli impianti termici è inoltre sospesa fino al 31 luglio 2020, fatte salve eventuali situazioni di particolare pericolosità emerse dall’accertamento documentale dei rapporti di controllo dell’efficienza energetica.

Leggi l'ordinanza n. 25 del 28 aprile 2020. 

ORDINANZA n. 26 del 30 aprile 2020

E' relativa alla riprogrammazione dei treni circolanti nel territorio della Regione Marche. Durante il periodo di attuazione del nuovo programma di esercizio dovranno essere monitorati costantemente i volumi di traffico allo scopo di evitare il rischio di sovraffollamento, dovranno essere garantite le distanze tra gli individui e adeguate protezioni per il personale ferroviario viaggiante. L'ordinanza produce effetti dalle ore 00.00 del 24 maggio 2020, sino all'emanazione di provvedimenti di revoca e comunque cessa di avere efficacia al sopraggiungere di provvedimenti governativi o ministeriali che dispongano in tal senso.

L'elenco dei treni circolanti è consultabile sul sito della regione Marche: http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Infrastrutture-e-Trasporti/News-ed-eventi/Post/63402

Leggi l'ordinanza n. 26 del 30 aprile 2020.

ORDINANZA n. 27 del 30 aprile 2020

Dal 4 maggio 2020 sono consentite le passeggiate, svolte in maniera individuale, sulle spiagge, nel rispetto del distanziamento sociale e delle altre norme dell’ordinamento in tema di contenimento della diffusione del virus COVID-19. Sono vietati gli assembramenti e le soste sull’arenile. Le violazioni saranno punite con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma di 400 euro.

Leggi l'ordinanza regionale n. 27 del 30 aprile 2020

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 142 del 30 aprile 2020

E' un atto di indirizzo, con  chiarimenti e disposizioni attuative in materia di attività sportiva, di spostamenti all’interno del territorio regionale, di raggiungimento delle seconde case, di taglio del verde e coltivazione degli orti e di manutenzione degli impianti sportivi. Il decreto consente, con la stessa decorrenza dell’entrata in vigore del DPCM 26 aprile 2020 (ore 00.00 del 4 maggio).

Leggi il decreto n. 142 del 30 aprile 2020. 

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 143 del 30 aprile 2020

Il decreto n. 143 del 30 aprile  2020  corregge parzialmente il decreto n. 142 del 30 aprile 2020.

Leggi il decreto n. 143 del 30 aprile 2020.

DECRETI DEL PRESIDENTE N. 144 e 145 del 4 maggio 2020

Il presidente della giunta regionale ha firmatoi decreti n. 144 e 145, con i quali a far data dal 5 maggio 2020, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza relative alla limitazione del contagio da COVID-19,  si consente:

  • l’attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali di compagnia, purché il servizio venga svolto per appuntamento, senza il contatto diretto tra le persone, e comunque in totale sicurezza, nella modalità “consegna animale toelettatura-ritiro animale”, utilizzando i mezzi di protezione personale e garantendo il distanziamento sociale
  • l’attività di tutte le imprese artigiane iscritte all’albo, che lavorano in modalità non aperta al pubblico. L’attività è consentita per le imprese che non si avvalgono di dipendenti ma nelle quali il lavoro viene svolto esclusivamente dal titolare, dai collaboratori familiari o soci partecipanti al lavoro. L’attività deve essere svolta con la presenza all’interno del laboratorio di una sola persona (titolare, collaboratore familiare, o socio partecipante). La presenza di più di una persona è consentita solo nel caso di convivente. E’ ammessa l’attività previa sanificazione dei locali e, nel caso in cui nello stesso laboratorio l’attività sia svolta da più persone come sopra descritta si dovrà rispettare il distanziamento sociale dei posti di lavoro e si dovrà fare uso delle mascherine e dei guanti. La sanificazione dovrà avvenire con cadenza giornaliera. La consegna delle forniture e la consegna dei prodotti dovrà avvenire, previo appuntamento, assicurandosi che il tempo di permanenza sia quello strettamente necessario alla consegna della merce e dei documenti di trasporto.
  • gli spostamenti con motocicli, all’interno del territorio regionale, con due persone a bordo, purché conviventi
  • la raccolta di funghi e di asparagi selvatici (a titolo esemplificativo e non esaustivo) nel rispetto dell'obbligo di distanziamento di un metro tra le persone
  • la manutenzione dei camper. E’ esclusa invece ogni attività ludico ricreativa tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, picnic, barbecue etc.

Leggi i decreti del Presidente della Regione n. 144 e n. 145 del 4 maggio 2020.

ORDINANZA n. 28 del 4 maggio 2020

Con l'ordinanza n. 28 emessa il 4 maggio 2020, il presidente della Regione Marche ha stabilito che il territorio della Repubblica di San Marino, ai fini della disciplina degli spostamenti individuali, va assimilato a quello della Regione Marche per gli spostamenti in ambito regionale. L'ordinanza entra in vigore alle ore 00 del 5 maggio 2020.

Leggi l'ordinanza n. 28 del 4 maggio 2020.

ORDINANZA n. 29 del 5 maggio 2020

Riguarda le misure per la gestione dell'emergenza Covid-19 nel settore del Trasporto pubblico locale.

Leggi l'ordinanza n. 29 del 5 maggio 2020. 

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 146 del 5 maggio 2020

E' relativo ai servizi di cura degli animali da compagnia e adozione presso canili e gattili. Variazione degli orari di apertura degli esercizi commerciali di vicinato che dal 6 maggio 2020 possono essere aperti dalle 7 alle 21.

Leggi il decreto del Presidente n. 146 del 5 maggio 2020. 

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 147 del 6 maggio 2020

Il presidente della Regione Marche Luca ceriscioli ha firmato un decreto che consente la pratica delle attività sportive e motorie svolte in forma individuale. Sono consentiti all’interno della Regione Marche, ai residenti o con domicilio nel territorio regionale, allenamenti esercitati individualmente e con il rispetto dei dispositivi di protezione individuale e misure di distanziamento sociale, per le seguenti attività sportive: trekking,  ciclismo (bicicletta o mountain bike), bocce individuale, canottaggio individuale, canoa kayak individuale, windsurf, barca a vela con un solo velista a bordo, atletica leggera svolta in forma individuale, golf, sport rotellistici individuali, pesca sportiva di superficie e subacquea, sport equestri non di squadra, tennis singolo, tennis a volo singolo e badminton singolo, tiro con l’arco, tiro a segno, tiro sportivo con armi da fuoco lunghe e corte, da lancio, aria compressa (tiro al volo, tiro al piattello, tiro dinamico e statico) praticato nei campi da tiro, tiro sportivo da caccia (tiro di campagna, tiro a palla, tiro con l’arco da caccia, field target), motociclismo, go kart, aviazione generale e aviazione sportiva individuale, arrampicata in falesia o esterno, purché siano mantenute le distanze di sicurezza tra l’arrampicatore ed il compagno di sicura. E’ comunque consentita ogni altra attività sportiva o motoria svolta in forma individuale. Per queste attività sportive è vietato avvalersi dei locali interni ad uso comune quali spogliatoi, bar interni, docce, ecc. Sono consentite le attività sportive paralimpiche senza necessità di assistente sportivo. Le attività possono essere svolte dalle ore 06.00 alle ore 22.00 ed esclusivamente in modalità individuale, preferibilmente all’aria aperta e, comunque, con il rispetto delle misure di sicurezza. Sono inoltre consentite le sessioni di allenamento in forma individuale di atleti professionisti e non professionisti riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni, in vista della loro partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazione nazionali ed internazionali, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, in strutture a porte chiuse, anche per gli atleti di discipline sportive non individuali. Sono consentiti gli spostamenti con mezzi propri all’interno del territorio della Regione Marche, per raggiungere il luogo dove svolgere l’attività sportiva o l’attività motoria. E’ inoltre consentito ai proprietari o loro delegati lo spostamento individuale nell’ambito del territorio regionale per raggiungere i propri velivoli per trasportarli presso le officine autorizzate alla loro manutenzione e riparazione, necessarie per la tutela delle condizioni di sicurezza e conservazione del bene. Va comunque assicurato il rientro in giornata delle persone presso la propria abitazione. Gli stessi proprietari possono spostarsi individualmente all’interno del territorio regionale per le attività di rimessaggio. Agli armatori, ai proprietari o ai marinai è consentito lo spostamento individuale nell’ambito del territorio regionale, per le attività di manutenzione, riparazione e sostituzione di parti necessarie per la tutela delle condizioni di sicurezza e conservazione di natanti e imbarcazioni e per la messa in acqua dell’unità da diporto.

Leggi il decreto n. 147 del 6 maggio 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 148 del 9 maggio 2020

Con il decreto n. 148 del 9 maggio 2020, il presidente della Regione Marche ha stabilito che a far data dal 09/05/2020 è consentita la vendita anche di sole bevande da asporto da parte degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, delle attività agrituristiche, e da parte delle attività artigianali quali a titolo esemplificativo: rosticcerie, friggitorie, gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio, con esclusione degli esercizi e delle attività localizzati in aree o spazi pubblici in cui è vietato e/o interdetto l’accesso.
La vendita per asporto sarà effettuata esclusivamente previa ordinazione on-line o telefonica, garantendo che gli ingressi per il ritiro dei prodotti ordinati avvengano per appuntamenti, dilazionati nel tempo, allo scopo di evitare assembramenti all'esterno e consentendo nel locale la presenza di un cliente alla volta, assicurando che permanga il tempo strettamente necessario alla consegna e al pagamento della merce e nel rispetto delle misure di contenimento del contagio.
E’ consentito anche l’asporto in quegli esercizi di ristorazione per i quali sia prevista l’ordinazione e la consegna al cliente direttamente dal veicolo.
Resta vietata ogni forma di consumo sul posto.

Leggi il decreto n. 148 del 9 maggio 2020

ORDINANZA n. 30 del 14 maggio 2020

Il presidente Luca Ceriscioli ha firmato l’ordinanza n. 30, con la quale si stabilisce che, a partire dalle h.00:00 del 18 maggio 2020, sull’intero territorio regionale si dispone l’integrazione dei servizi riprogrammati per l’emergenza Covid-19 con le precedenti ordinanze n. 9/2020, n. 12/2020, n.18/2020 e 26/2020.

I servizi ferroviari regionali che saranno effettuati sull’intero territorio regionale sono i presenti in a questo link

Leggi l'ordinanza n. 30 del 14 maggio 2020. 

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 151 del 15 maggio 2020

E' relativo a corsi voga e nuoto per conseguimento titolo di bagnino di salvataggio.

Leggi il decreto n. 151 del 15 maggio 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 152 del 15 maggio 2020

Misure per la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 in materia di artigianato, servizi e commercio. Dissazione della data del 18/05/2020 di apertura delle attività produttive i cui protocolli sono stati approvati con DGR 565/2020 e DGR 569/2020

Leggi il decreto n. 152 del 15 maggio 2020 

Per conoscere il contenuto dei Protocolli visita la pagina del sito della Regione Marche dedicata  Protocolli riaperture fase 2 

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 153 del 16 maggio 2020

Decreto per la riapertura dal 18 maggio attività turistiche ricettive di cui al titolo II L.R. n. 9/2006.

Leggi il decreto n. 153 del 16 maggio 2020.

Con deliberazione di Giunta Regionale dell'11 maggio 2020 n. 564 sono state definite le linee guida operative per la prevenzione, gestione, contrasto e controllo dell'emergenza Covid 19 nelle strutture ricettive, stabilimenti balneari e spiagge libere.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 154 del 16 maggio 2020

Riaperture al 18 maggio settore Autoscuole, Scuole Nautiche e Studi di Consulenza automobilistica.

Leggi il decreto n. 154 del 16 maggio 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 155 del 16 maggio 2020

Riaperture agriturismi

Leggi il decreto n. 155 del 16 maggio 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 156 del 18 maggio 2020

Misure per la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 in materia di cultura per riapertura di musei, archivi, biblioteche e degli altri luoghi della cultura, ai sensi del DPCM del 17/05/2020

Leggi il decreto n. 156 del 18 maggo 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 157 del 18 maggio 2020

Riapertura delle attività di gestione di parchi e luoghi di attrazione
turistico-ricreativa.

Leggi il decreto n. 157 del 18 maggio 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 158 del 20 maggio 2020

Prevede che l’attività svolta presso palestre e piscine è consentita a decorrere dal 25 maggio 2020, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale, senza alcun assembramento e nel rispetto delle specifiche Linee guida settoriali disponibili sulla seguente pagina internet del Governo italiano. 

A partire dalla data del 25/05/2020, sono consentite dunque, con le medesime regole, le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, nonché l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte presso palestre, piscine, centri e circoli sportivi, pubblici e privati, ovvero presso ogni altra struttura ove si svolgono attività dirette al benessere dell’individuo attraverso l’esercizio fisico.

Leggi il decreto n. 158 del 20 maggio 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 159 del 20 maggio 2020

Sono consentiti gli spostamenti anche al di fuori della Regione Marche, nei limiti della provincia o del comune confinante, da parte di residenti in province o comuni collocati a confine tra Marche e altre regioni.  Gli spostamenti sono consentiti previa comunicazione congiunta tra presidenti di Regione, presidenti delle Province o sindaci dei Comuni tra loro confinanti ai prefetti competenti. Il decreto è in vigore dalle ore 00 del 21 maggio 2020.

Leggi il decreto n. 159 del 20 maggio 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 160 del 20 maggio 2020

Relativo alla caccia degli ungulati.

Leggi il decreto n. 160 del 20 maggio 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 161 del 21 maggio 2020

Si ritengono consentite le esercitazioni musicali e coreutiche, nel rispetto delle misure
precauzionali previste dalla normativa vigente , in particolare come disciplinato dall’articolo 1, lettera s), del DPCM 17 maggio 2020, deve essere prevista un’organizzazione degli spazi e del lavoro tale da ridurre al massimo il rischio di prossimità e di aggregazione e devono essere adottate misure organizzative di preven zione e protezione, anche avuto riguardo alle specifiche esigenze delle persone con disabilità, di cui al “Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione pubblicato dall’INAIL”.

Leggi il decreto n. 161 del 21 maggio 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 162 del 22 maggio 2020

Revoca art. 1 Decreto Pres. 142 del 30 aprile su navigazione da diporto per contestuale applicazione linee guida www.mit.gov.it

Leggi il decreto n. 162 del 22 maggio 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 181 del 26 maggio 2020

Misure per la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 in materia di
turismo. Ripresa delle attività delle professioni turistiche, parchi tematici, parchi divertimenti permanenti e spettacoli viaggianti.

Leggi il decreto n. 181 del 26 maggio 2020.

ORDINANZA n. 31 del 26 maggio 2020

Ulteriori misure di gestione dell'emergenza Covid 19 per il settore TPL.

Leggi l'ordinanza n. 31 del 26 maggio 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 184 del 29 maggio 2020

Riguarda la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini e adolescenti nella fase 2.

Leggi il decreto n. 184 del 29 maggio 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 186 del 29 maggio 2020

Decreto in materia di agriturismo.

Leggi il decreto n. 186 del 29 maggio 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 187 del 30 maggio 2020

Riapertura centri sociali e circoli ricreativi e culturali dal 1° giugno.

Leggi il decreto n. 187 del 30 maggio 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 188 del 5 giugno 2020

Riguarda la formazione in presenza.

Leggi il decreto n. 188 del 5 giugno 2020.

ORDINANZA n. 32 del 9 giugno 2020

Relativa al ripristino di alcuni servizi ferroviari.

Leggi l'ordinanza n. 32 del 9 giugno 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 192 dell'11 giugno 2020

Relativo ai controlli ASUR a posteriori a centri estivi.

Leggi il decreto n. 192 dell'11 giugno 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 193 del 12 giugno 2020

Misure per la gestione dell’emergenza epidemiologica Nuovo Coronavirus SARS-CoV-2 per sale cinematografiche, teatri, circhi, teatri tenda, arene e spettacoli in genere anche viaggianti; produzioni liriche, sinfoniche e orchestrali; produzioni teatrali; produzioni di danza, ai sensi del DPCM 11/06/2020.

Leggi il decreto n. 193 del 12 giugno 2020 con allegato.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 194 del 12 giugno 2020

“Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, e del decreto-legge 16 maggio 2020 n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 – Atto di indirizzo, chiarimenti e disposizioni attuative nel territorio della Regione Marche relativamente alle “Linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini e adolescenti nella fase 2 dell’emergenza COVID-19: Nuove opportunità per garantire ai bambini ed agli adolescenti l’esercizio del diritto alla socialità e al gioco”.

Leggi il decreto n. 194 del 12 giugno 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 195 del 12 giugno 2020

In materia di ristorazione. Leggi il decreto n. 195 del 12 giugno 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 203 del 15 giugno 2020

Linee guida per la riapertura delle attività Economiche, produtive e ricreative della
Conferenza delle Regioni e Province autonome del 11 giugno 2020 – DPCM 11 Giugno 2020 - Misure per la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 in materia di Cerimonie, Sagre e fiere locali, Strutture termali e Centri benessere, Congressi e grandi Eventi Fieristici, sale slot,sale giochi, sale bingo e sale scommesse, Discoteche.

Leggi il decreto n. 203 del 15 giugno 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE N. 205 del 24 giugno 2020

Relativo a misure per la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-190:  disposizioni orari aperture di vendita attività commerciali, vendite promozionali, eventi e competizioni sportive interesse locali, spostamenti in moto ed in autovetture private.

Decreto del Presidente della Regione Marche n. 205 del 24 giugno 2020

ORDINANZA n. 33 del 25 giugno 2020 

Ulteriori misure per la gestione dell'emergenza COVID19 nel settore TPL.

Leggi l'ordinanza n. 33 del 25 giugno 2020.

E' possibile anche consultare la pagina di approfondimento dedicata all'emergenza COVID-19 sul sito della Regione Marche.

 

Condividi!