Interventi per la famiglia, ecco i contributi della legge 30

Sono aperti i termini per presentare domanda di ammissione ai contributi previsti dalla legge regionale n. 30/1998 per interventi a favore della famiglia per l’anno 2016.

Possono presentare richiesta di contributo i cittadini residenti a Monteprandone che abbiano acquisito la residenza prima del 1° gennaio 2016 con reddito ISEE vigente non superiore a:

- € 10.000,00 per donne sole in stato di gravidanza o con figli, in presenza di situazioni di disagio economico e sociale;

- € 13.000,00 per famiglie con numero di figli pari o superiore a tre;

- € 7.000,00 per le famiglie in situazione di disagio economico e sociale.

Hanno priorità sugli altri richiedenti le donne sole in stato di gravidanza o con figli che non superino il tetto di reddito ISEE di € 10.000,00 e le famiglie con numero di figli pari o superiore a tre che non superino il tetto di reddito ISEE di € 13.000,00.

La graduatoria, ordinata sulla base delle priorità sopraelencate, sarà redatta in ordine progressivo di reddito ISEE. Il contributo minimo per singolo beneficiario è pari € 250,00 e sarà erogato secondo l'ordine progressivo di graduatoria, fino ad esaurimento del fondo a disposizione.

Il contributo non è cumulabile con il contributo al nucleo familiare con 3 figli minori, con l’assegno di maternità e con il sussidio economico per il Sostegno all’Inclusione Attiva (SIA).

La domanda va presentata agli Uffici Protocollo o Servizi sociali del Comune di persona, via PEC comune.monteprandone@emarche.it o con raccomandata (farà fede il timbro postale) entro venerdì’ 27 ottobre 2017.

Scarica il modello di domanda della Legge regionale n. 30/1998 per interventi a favore della famiglia per l’anno 2016

Leggi il bando completo della Legge regionale n. 30/1998 per interventi a favore della famiglia per l’anno 2016

 

Condividi!