SUAP – Sportello Unico Attività Produttive

COMUNE DI MONTEPRANDONE - S.U.A.P.

Sportello Unico Attività Produttive

PEC: sportellounico.comune.monteprandone@emarche.it

 

 Emergenza Coronavirus

 

DPCM 10 aprile 2020

le disposizioni per le attività produttive e commerciali

Il decreto è pubblicato nella G.U. n. 97  dell'11/04/2020

ATTIVITA' COMMERCIALI

Ai sensi dell'art.1, comma 1, lettera z) del nuovo provvedimento che prolunga il "lockdown Coronavirus" fino al 3 maggio 2020, sono sospese le attivita' commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attivita' di vendita di generi alimentari e di prima necessita' individuate nell'allegato 1, sia nell'ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell'ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali, purche' sia consentito l'accesso alle sole predette attivita'. Sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attivita' svolta, i mercati, salvo le attivita' dirette alla vendita di soli generi alimentari. Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie, le parafarmacie.

Devono essere garantite le misure di sicurezza di cui all'allegato 4 al DPCM

Allegato 1 DPCM 22.04.2020 - Elenco attività commerciali al dettaglio consentite

Allegato 4 DPCM 22.04.2020 - Misure per gli esercizi commerciali

SI SOTTOLINEA CHE NEL TERRITORIO COMUNALE VIGE L'ORDINANZA SINDACALE N. 11/2020 di sospensione del mercato ambulante settimanale del giovedì e del mercato dei fiori di Monteprandone fino alla data del 03/05/2020

 

ATTIVITA' PRODUTTIVE

L'art.2 del DPCM 10 aprile 2020 prolunga la sospensione di tutte le attività produttive industriali e commerciali ad eccezione di quelle indicate nell’allegato 3 (codici ATECO autorizzati ad operare, che comunque può essere modificato in corso d'opera con DM del MISE).

Codici ATECO

Riepilogo delle misure di contenimento per le attività produttive

Protocollo 24 aprile 20 condiviso misure di contrasto e  contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro Covid

 

Oltre alle attività autorizzate ad operare di cui ai Codici ATECO restano sempre consentite:
  1. le attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività di cui all’allegato 3, nonché delle filiere delle attività dell’industria dell’aerospazio e della difesa e delle altre attività di rilevanza strategica per l’economia nazionale, autorizzate alla continuazione, e dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali di cui alla legge 12 giugno 1990, n. 146 (art.2, comma 3);
  2. le attività che erogano servizi di pubblica utilità, nonché i predetti servizi essenziali (art. 2, comma 4);
  3. l’attività di produzione, trasporto commercializzazione e consegna di farmaci, tecnologia sanitaria e dispositivi medico-chirurgici, nonché di prodotti agricoli e alimentari (art.2, comma 5);
  4. ogni attività comunque funzionale a fronteggiare l’emergenza (art.2, comma 5);
  5. le attività degli impianti a ciclo produttivo continuo, dalla cui interruzione derivi un grave pregiudizio all’impianto stesso o un pericolo di incidenti (art.2, comma 6);
  6. le attività dell’industria dell’aerospazio e della difesa, incluse le lavorazioni, gli impianti, i materiali, i servizi e le infrastrutture essenziali per la sicurezza e il soccorso pubblico, nonché le altre attività di rilevanza strategica per l’economia nazionale1 (art.2, comma 7)

Le attività di cui ai numeri 1), 5) e 6) sono sottoposte al sistema della preventiva  comunicazione al Prefetto di Ascoli Piceno mediante invio alla casella di posta elettronica certificata  protocollo.prefap@pec.interno.it   indicando nell'oggetto  "DPCM 10 aprile 2020 - Comunicazione attività".

Modulistica da utilizzare:

Comunicazione ai sensi dell'art. 2 comma 3 del D.P.C.M. 10 aprile 2020 - Modello per n. 1

Comunicazione ai sensi dell'art. 2 comma 6 del D.P.C.M. 10 aprile 2020 - Modello per n. 5

Comunicazione ai sensi dell'art. 2 comma 7 del D.P.C.M. 10 aprile 2020 - Modello per n. 6

Inoltre per lo svolgimento di attività di vigilanza,  di attività conservative e di manutenzione, di attività inerente la gestione dei pagamenti, di attività di pulizia e sanificazione, di spedizione verso terzi di merci giacenti in magazzino e per la ricezione in  magazzino di beni e forniture utilizzare il seguente modello: Comunicazione ai sensi dell'art. 2 comma 12 del D.P.C.M. 10 aprile 2020

 

 

Clicca quì per visualizzare tutte le misure a sostegno dell'economia

 

SI SOTTOLINEA CHE:

  • le disposizioni producono effetto dalla data del 14 aprile 2020 e sono efficaci fino al 3 maggio 2020;
  • dal 14 aprile 2020 cessano di produrre effetti i DPCM 8 marzo 2020, 9 marzo 2020, 11 marzo 2020, 22 marzo 2020 e 1° aprile 2020.

 

 

 

NEWS PER LE IMPRESE

Bandi      Avvisi     Servizi

 

STRUTTURE RICETTIVE

Denuncia Prezzi Anno 2020

Si ricorda, ai sensi dell’Art. 40 della Legge Regionale n° 9 dell’ 11/07/2006, che i titolari e/o gestori delle strutture ricettive e degli stabilimenti balneari, debbono provvedere alla comunicazione delle aperture e dei prezzi massimi per l’anno 2020 entro il 01 Ottobre 2019

Leggi la nota del Servizio Sviluppo e Valorizzazione della Regione Marche - P.F. Turismo

 

 

SAGRE DI QUALITA'

Al fine di promuovere lo sviluppo turistico e di valorizzare la biodiversità, le potenzialità naturalistiche, culturali, storiche, folcloristiche ed enogastronomiche dei diversi territori marchigiani, la Regione Marche con la L.R. n. 30/2017 ha inteso sostenere la realizzazione di sagre di qualità aventi la finalità di valorizzare un territorio mediante l’utilizzo e la somministrazione di uno o più prodotti o lavorazioni di carattere enogastronomico rappresentativi della cultura, della tradizione e dell’identità del territorio stesso.

Il Regolamento Regionale n. 5/2018 approvato con la delibera di Giunta Regionale n. 1033 del 6 agosto scorso detta le disposizioni attuative della legge regionale 30/2017, fissando i criteri per la redazione dei progetti volti alla realizzazione delle manifestazioni ai fini dell’ottenimento dell’attestazione del requisito di sagra di qualità e del rilascio del relativo logo

Le sagre che avranno ottenuto l’attestazione del requisito di sagra di qualità  saranno iscritte nel calendario regionale delle sagre di qualità

Allegati:
LEGGE_REGIONALE_20_ottobre_2017,_n._30
REGOLAMENTO_REGIONALE_06_agosto_2018,_n._5
Modello di  domanda
Modello di dichiarazione annuale conferma requisiti

 

 

 

 

<--- Torna alla Home Page
<--- Torna alla Home Page dell'E-Government dell'Unione dei Comuni Piceni