Babbo Natale è arrivato nel suo Rifugio

A bordo della sua slitta Babbo Natale è arrivato a Centobuchi di Monteprandone. Ad accoglierlo presso il Centro GiovArti, per tutte le festività natalizie trasformato nel Rifugio di Babbo Natale, c'erano tantissimi bambini con le proprie famiglie.

Ad aspettarlo anche il sindaco Stefano Stracci, il vicesindaco Sergio Loggi, l'assessore Emerenziana Cappella, il consigliere comunale e provinciale Pacifico Malavolta, la dirigente dell'IC Monteprandone Francesca Fraticelli, il vicepresidente della Banca del Piceno Claudio Censori, il presidente dell'associazione Centopercento Domenico Grelli, il presidente della Proloco Bruno Giobbi, l'amministratore delegato della Baden Haus Gianni Ascani.

 

 

Dopo aver distribuito caramelle, il vecchio dalla barba bianca ha tagliato il nastro e preso possesso della sua casa dove è allestita la sala del trono, la camera da letto e il giardino di Babbo Natale.

Nel Rifugio ad aspettarlo c'erano anche gli elfi che lo aiuteranno per tutte le feste con le tante iniziative in programma: laboratori creativi, racconta storie, letture animate. Inoltre nella sala cinema al primo piano saranno proiettati cartoni animati e film natalizi.

 

 

Il Rifugio di Babbo Natale sarà aperto fino al 6 gennaio 2019 tutti i venerdì e sabato dalle 15 alle 20, domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 20 tranne domenica 6 gennaio, solo dalle 15 alle 20. Sono previste aperture straordinarie lunedì 24, martedì 25, lunedì 31 dicembre e martedì 1° gennaio dalle 15 alle 18, mercoledì 26 dicembre dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 20.

Condividi!